Mons. Cipolla nuovo vescovo di Padova

Pubblicato da Alessandro Metello il giorno 18/07/15 alle ore 12:16:27

L'ormai ex Vescovo Antonio Mattiazzo, a mezzogiorno di oggi, ha annunciato il nome del suo sucessore: sarà Mons. Claudio Cipolla.  

Nato a Goito, in provincia di Mantova, l’11 febbraio del 1955, l’attuale vicario di monsignor Roberto Busti ha comunque le “carte in regola” per l’elevazione all’episcopato. Proviene dal mondo dell’Azione Cattolica ed è stato ordinato a Mantova il 24 maggio del 1980. Parroco della chiesa di Sant’Antonio di Porto Mantovano, è stato membro del consiglio pastorale della Diocesi di Mantova dal 2010 al 2014 e della commissione per la formazione permanente del clero. Siede inoltre nel ratione officii del consiglio presbiterale, nel collegio dei consultori e dal primo settembre del 2014 è vicario episcopale per la Pastorale. Nel 2011 è stato insignito del titolo di Cappellano d’Onore di Sua Santità. Inoltre, aspetto non secondario, dal 1990 al febbraio 2009 è stato direttore della Caritas di Mantova.

 

A seguire ecco il comunicato ufficiale della Diocesi di Padova:


Il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Padova presentata da mons. Antonio Mattiazzo in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico e ha nominato nuovo Vescovo della Chiesa di Padova mons. CLAUDIO CIPOLLA, finora Vicario Episcopale per la Pastorale della Diocesi di Mantova e Parroco di Sant’Antonio di Porto Mantovano.
 
L’annuncio è stato dato alle ore 12 di  sabato 18 luglio dalla Sala Stampa Vaticana e in contemporanea nelle Diocesi di Padova e di Mantova.

Il nuovo Vescovo di Padova: Mons. CLAUDIO CIPOLLA

 Il Rev.mo Mons. Claudio Cipolla è nato a Goito, in Provincia e Diocesi di Mantova l’11 febbraio 1955. 
È stato alunno del Seminario Vescovile di Mantova fin dalle scuole medie, frequentando poi le scuole superiori e lo Studio Teologico dello stesso Seminario.
Ha ricevuto l’Ordinazione presbiterale il 24 maggio 1980 nella Basilica Concattedrale di Sant’Andrea, a Mantova, per le mani di S.E. Mons. Carlo Ferrari, allora Vescovo diocesano.
 
Mons. Claudio Cipolla ha ricoperto i seguenti incarichi:
Dal 1980 al 1989: Vicario Parrocchiale della Parrocchia di Ognissanti, in Mantova;
Dal 1988 al 1990:  Assistente della Branca Esploratori e Guide dell’A.G.E.S.C.I.;
Dal 1989 al 1990: Vicario Parrocchiale della Parrocchia dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, in Medole;
dal 1989 al 1992:  Assistente Provinciale dell’A.G.E.S.C.I.;
dal 1990 al 2008: Direttore della Caritas Diocesana; 
dal 1998 a oggi: Parroco di Sant’Antonio di Porto Mantovano;
dal 2008 a oggi: Vicario Episcopale per il Settore Pastorale.
 
Mons. Cipolla è stato Responsabile Diocesano per la preparazione dei Convegni Nazionali della Chiesa Italiana a Palermo (1995) e a Verona (2006) e membro della Delegazione diocesana agli stessi Convegni.
Attualmente è membro del Collegio dei Consultori (2009-2014), del Consiglio Pastorale Diocesano (2010-2014) e della Commissione per la Formazione Permanente del Clero (2012-2016). È anche Moderatore Generale del Sinodo Diocesano.
È membro “ratione officii”, inoltre, del Consiglio Episcopale (2014-2017) e del Consiglio Presbiterale (2012-2016).
 
Il 27 ottobre 2011 gli è stato concesso il titolo di “Cappellano di Sua Santità”.

_____
 
Con l’annuncio di oggi la sede episcopale di Padova diventa “sede vacante” fino all’ingresso effettivo in Diocesi del nuovo Vescovo eletto. 
 Nei prossimi giorni il Collegio dei Consultori, secondo la procedura prevista dal Codice di Diritto Canonico, provvederà a nominare l’Amministratore Diocesano che guiderà la Diocesi di Padova fino all’ingresso del nuovo Vescovo.
 Mons. Antonio Mattiazzo, che ha guidato la Chiesa di Padova dal 17 settembre 1989 al 18 luglio 2015, è da oggi “Vescovo emerito” della Diocesi di Padova. 
 Mons. Claudio Cipolla prima di insediarsi a Padova sarà consacrato vescovo nella Diocesi di Mantova e successivamente farà ingresso come nuovo pastore alla guida della Chiesa di Padova. Le date saranno comunicate successivamente.

 

Lasciaci un commento